Ciuff – I Giganti della Pallacanestro

Mays e Scott: Trapani stende la Mens Sana

____
Annunci Google
____

_PEP4360-2Dopo una gara difficile contro la Virtus Roma, persa nel finale a causa della mancanza di rotazioni a causa degli infortuni dei due playmaker, contro la Men Sana i granata possono nuovamente fare affidamento su Tommasini, ancora dolorante ma disponibile a dare una decina di minuti per far rifiatare gli esterni trapanesi. Minuti ben spesi dal regista, che mette a segno 4 punti e dà un discreto e coraggioso apporto difensivo.

Una gara onestamente brutta da vedere, con la Mens Sana che decide di giocare praticamente tutta la partita a zona, alternando la 2-3 a metà campo ad una zone press a tutto campo in alcuni momenti della gara e, specialmente, nel finale poi deciso grazie alla freddezza granata sul fallo sistematico senese.

Griccioli opta per una zona molto dinamica, pronta ad aggredire sul perimetro ma, soprattutto, impegnata a non far ricevere in alcun modo Andrea Renzi in post basso. Partita molto difficile per il totem granata (11 punti e 5 rimbalzi, con 4/8 da due), che riceve spesso a sei metri dal canestro e viene immediatamente raddoppiato. Gli unici sussulti arrivano su una schiacciata derivante da un assist di Scott, e su un bell'1vs1 con virata in palleggio nel finale di gara.

Anche in difesa la serata è dura per il centro trapanese, fresco di rinnovo quinquennale, dato che l'avversario diretto si chiama Mike Myers (13 punti e 10 rimbalzi), certamente non un fenomeno assoluto nè tantomeno un maestro di tecnica, ma un giocatore duro come la roccia che ha fatto sentire il proprio fisico per tutta la partita, poi condizionata dai falli nel finale.

renziLa scelta della Mens Sana è quella di tenere i ritmi bassi , chiudere la transizione ed il contropiede dei ragazzi di Ducarello, concedendo, magari, qualcosa al tiro da tre punti. Nel primo tempo, le polveri bagnate non aiutano (13%) e, quindi, i granata non riescono a trovare la via del canestro. Finisce, infatti, 31-27, grazie ad un'ottima difesa di Viglianisi che prova a contenere l'americano Harrell, unica vera spina nel fianco trapanese (alla fine 26 punti per lui).

Nel secondo tempo la musica non cambia: Siena aggredisce con la zona ma stenta in attacco, i granata rispondono con una buona difesa ma non trovano le chiavi per aprire l'arcigna difesa toscana. Finalmente si sbloccano i due colored trapanesi, che conducono la propria squadra ad un allungo decisivo. Mays è l'unico a realizzare dalla lunga distanza (5/10 da tre, con 27 punti), costringe così i senesi ad uscire forte, riuscendo così a battere la prima linea in palleggio, creando buoni tiri anche per i compagni.

Scott, invece, domina a rimbalzo ed in difesa, dove pulisce il ferro e piazza qualche stoppata, ma soprattutto riesce a realizzare con facilità dal post alto, l'unico vero punto debole della difesa avversaria. Alla fine, per lui, 20 punti, con 11 rimbalzi e 4 assist: la miglior prova, finora, in maglia granata.

Nel finale i granata, nonostante qualche difficoltà sul pressing avversario, riescono a chiudere i conti con due liberi glaciali di Filloy ed un contropiede di Viglianisi. Arrivano così due punti che fanno morale, portano una buona posizione in classifica e, inoltre, la consapevolezza che, senza infortuni, il record attuale, già positivo, di 7-5, potrebbe essere addirittura superiore.

AdV

Annunci AdConnexa

Rispondi

Segui Ciuff.it

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: