Ciuff – I Giganti della Pallacanestro

Nba: i Bulls promettono bene

____
Annunci Google
____

14639863_10154753192076614_5835188410939171150_nErano anni che a Chicago non si respirava un'aria così buona, almeno dai tempi in cui Derrick Rose vinse il titolo di mvp della Lega. Certo, non parliamo di aria così buona come quella dei tempi dello Stadium o dei primi anni dello United Center, ma di certo questi nuovi Bulls fanno ben sperare la calda tifoseria dell'Illinois.

Sia chiaro, parlare di progetto è prematuro e, forse, anche sbagliato, dato che i nuovi Bulls sono costruiti grazie all'arrivo di leader esperti e non sono certamente il frutto di una oculata politica basata sulle draft picks e sui giovani, ma vincere aiuta a vincere e, forse, l'innesto di giocatori di qualità pronti subito potrebbe finalmente far crescere quei pochi giovani promettenti che, già da un paio di stagioni, arrancavano a Chicago travolti dalla pressione di una squadra che non rendeva quanto avrebbe dovuto.

14856017_10154784828971614_1376346596698041919_oE così, in estate, via Noah, Gasol e Rose, specialmente quest'ultimo, giocatore sul quale, evidentemente, non era più possibile fare affidamento. Dentro Rondo, Lopez e Wade, giocatori esperti e rodati in grado di cambiare subito le dinamiche di una squadra costruita male; specialmente le due guardie (1986 e 1982 gli anni di nascita di Rondo e Wade, rispettivamente) sono due giocatori in grado di cambiare subito la squadra, in positivo dando l'esempio e giocando un basket vincente nel quale inserire il dinamismo di Butler. Mentalità..

Sul trio di esterni Rondo, Wade e Butler, si innestano così i due lunghi del quintetto. Anzi, tre lunghi per due ruoli, con Mirotic che parte dalla panchina ma in realtà è uno starter aggiunto, selezionato per il ruolo di sesto uomo soltanto perchè in grado di produrre punti immediatamente e con grande facilità, dando la scossa alzandosi dalla panca.

14656343_10154751123001614_2535537987870082133_nI due starter, però, sarebbero Gibson, ormai maturo e pronto per una stagione di alto livello, e Lopez, il meno talentuoso dei gemelli, ma sicuramente quello migliore per dare un impatto difensivo e proteggere l'area in una squadra che, alla lunga, potrebbe pagare un calo fisico sul perimetro.

Insomma, Wade, Rondo e Gibson a portare esperienza, Butler e Lopez nel pieno della carriera, Mirotic ancora giovane (1991) ma già un realizzatore affidabile, più una serie di ragazzi che potrebbero fare il salto di qualità sfruttando la serenità apportata dai più esperti, in una stagione che potrebbe facilmente vedere i Bulls giungere fino al ruolo sperato di contender dei Cavs, insieme ai Pacers ed ai Raptors.

Parliamo di Mc Dermott (1992, ala piccola), realizzatore e tiratore di alto livello, o di Bobby Portis (1995, ala forte), Cristiano Felicio (1992, pivot) e Michael Carter-Williams (1991, guardia), fino a giungere a Denzel Valentine (1993, guardia, 198 cm), promettente scelta dell'ultimo draft, o ad Isaiah Canaan (1991, playmaker). Tutti ragazzi tra i 20 ed i 25 anni, dalla cui crescita dipenderà il futuro dei Chicago Bulls.

Una squadra pronta subito, quindi, su cui innestare alcuni giovani in rampa di lancio, i Bulls sono finalmente tornati!

Foto tratte da Pag. Uff. Facebook - Chicago Bulls

AdV

Annunci AdConnexa

Rispondi

Segui Ciuff.it

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: