Ciuff – I Giganti della Pallacanestro

Reggie Miller: "Jordan è meglio di Kobe, e tra Bird e Lebron non avrei dubbi: scelgo Larry!"

____
Annunci Google
____

Reggie-Miller-Hall-of-FameReggie Miller è stato un grandissimo giocatore, uno dei più grandi tiratori di tutti i tempi e, soprattutto un'agonista nato, conosciuto e rispettato da tutti. Non era però noto soltanto per le sue doti tecniche, in campo era un tremendo trash talker, uno dei peggiori della Lega. Dal primo giorno fino all'ultimo in Nba, sia da rookie che quando era un quasi quarantenne, ha sempre dato spazio al trash talking; da giovane ci provò anche con Larry Bird e Michael Jordan, e ci voleva fegato per farlo.

Miller è solito raccontare infatti che, in una amichevole prima dell'inizio della sua prima stagione Nba,  cominciò a marce altissime realizzando 10 punti nel primo tempo contro i soli 4 di Jordan. “Hollywood” Miller disse che durante la prima metà di partita più volte si era dilettato nell’arte del trash-talking contro il #23 dei Bulls uscendosene anche con “Michael, chi ti credi di essere? C’è un nuovo ragazzo qui in città!”… conoscendo la mentalità dell’ex North Carolina potete immaginare come andò a finire. A fine partite i punti a referto di Miller furono 12, per MJ ben 44 con “His Airness” che disse una frase che ancora oggi Reggie ricorda chiaramente: "Fai attenzione, perché non parlerai mai più così a Black Jesus". Interrogato sul punto, alla domanda se avesse mai più fatto del trash talking del genere, Miller rispose: "Non a Michael!!!"

Larry-Bird-Reggie-MillerDi aneddoti divertenti ce ne sono anche su Larry Bird, che in seguito sarà anche suo allenatore ai Pacers: "Nel mio anno da rookie, giocammo contro i Celtics alla Market Square Arena. Ricordo che fu una partita molto combattuta, ma non potevamo mai batterli. Si decise ai tiri liberi. Mancavano circa 20 secondi, e facemmo fallo su Bird. Lui venne in lunetta per tirare due liberi, eravamo sotto di 3 punti. Ero sulla linea da 3, ed essendo uno stupido rookie non realizzai che era uno dei più grandi tiratori della storia del gioco e provai a fargli perdere tempo dandogli fastidio. Appena venne a tirare, gli dissi sussurrando: "Hey, Hey!" Si fermò un attimo prima di tirare, mi guardò e disse: "Stai scherzando spero. "Ragazzino, stai scherzando con me!" Tirò il primo, boom. Eravamo sotto di 4. Bird prese la palla di nuovo e disse, prima di tirare: "Pivello, io sono il miglior fottuto tiratore della Lega in questo momento. Della Lega, capisci!? E tu sei qui che provi a dirmi qualcosa?" Boom. Altro ciuff, eravamo sotto di 5. A peggiorare le cose c'era il fatto che Kevin McHale e Danny Ainge erano lì e ridevano di me. Io pensai:"Che coglione che sono. Sono qui a parlare male con Larry Bird. Lui era in lunetta. Mi sentii così stupido".

Insomma, il buon Reggie ne ha di storie da raccontare e, soprattutto, ad oggi, ha anche tante opinioni da distribuire, sempre spettacolari ma autorevolissime, dato il suo background. Recentemente, infatti, Miller ha detto la sua su due spinosissime questioni, ovvero i dualismi generazionali tra MJ e Kobe e tra Larry Bird e Lebron James.

jb1Durante una sua prima apparizione televisiva, Reggie Miller aveva cercato di porre innanzitutto fine al dibattito Kobe vs Jordan con delle dichiarazioni decisamente forti; l’ex guardia Pacers aveva detto:“Michael nei suoi giorni peggiori è dieci volte meglio di Kobe nei suoi giorni migliori”. Alla fine dell’intervista però, Reggie ha poi definito la carriera di Kobe come una carriera “incredibile, sia per quanto ha fatto sia per la sua longevità”. Miller ha giocato contro entrambi durante la sua carriera in maglia Pacers, ma le dichiarazioni hanno fatto scalpore perchè quasi l'unanimità degli opinionisti ritiene MJ superiore a Kobe, ma non con così tanto distacco.

larry-bird-lebron-james-Ma Reggie Miller non si è fermato qui e, intervistato su CBS Sports, non ha avuto dubbi neanche tra James e Bird: se dovesse scegliere un giovane campione da mettere sotto contratto durante un ipotetico Draft, punterebbe tutto su Larry Joe Bird, non su LeBron James. Qui però Miller è stato meno netto e ha precisato che, dal suo punto di vista, un supertiratore come Larry Bird, con quelle doti da altruista e passatore (nella stagione in cui aveva 30 anni chiuse a 29 punti di media, 10 rimbalzi e 8 assist), nonchè leadership e consapevolezza tattica, sarebbe nel complesso più utile di Lebron. Ma ha precisato, si parla comunque di due fenomeni assoluti. Insomma, Reggie Miller, amici. Mai banale!!!
Annunci AdConnexa

Rispondi

Segui Ciuff.it

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: