Ciuff – I Giganti della Pallacanestro

Intervista a Travis Diener, il genio da Marquette!

____
Annunci Google
____

Abbiamo posto qualche domanda a Travis Diener, campione statunitense che ha da pochi giorni acquisito il passaporto italiano, in forza delle origini siciliane della propria moglie, e il super talento da Marquette University, sempre molto disponibile, ci ha fornito le sue precise risposte, sulla stagione trascorsa, sull'Italia e sul proprio futuro, magari anche con la maglia azzurra.

Il playmaker americano, classe 1982, 183 cm di puro talento, ha al suo attivo una final four Ncaa proprio con Marquette University, nel 2003, in campo con lui, in quella stagione, Dwyane Wade e Steve Novak. Dopo quelle finali rimase a Marquette altre due stagioni, nell'ultimo 19.7 punti e 7 assist di media, con prestazioni che gli valsero la chiamata nel draft Nba. Nella lega più bella del mondo AlaDiener, come lo chiamano a Sassari, è rimasto varie stagioni con le maglie di Orlando Magic, Indiana Pacers e Portland Trail Blazers, miglior stagione per lui nel 2007/08, ad Indianapolis, con 7 punti e 4 assist di media in 20 minuti a partita.

Si tratta di un playmaker vero, uno di quelli che accendono il motore di una squadra, capace di mettere sempre in ritmo i compagni e di far correre la squadra, in contropiede ed in transizione, per lui nella stagione appena conclusa  quasi 17 punti e 8 assist di media in 33 minuti di impiego. Un giocatore che fa davvero la differenza, dotato di I.Q. cestistico fuori dal comune, tiro devastante, visione di gioco eccellente, capace di concludere per sè all'occorrenza, oppure di servire i compagni con assist strepitosi.

 

Per farvi capire chi è Travis Diener, vi racconterò un simpatico aneddoto. La partita è Roma - Sassari, 22 Dicembre 2012, secondo quarto, guardavamo la partita da dietro il canestro dove Sassari attaccava, transizione offensiva, Travis in posizione di playmaker, qualcuno, non ricordo chi, smarcato in angolo alla sua sinistra, lui dà uno sguardo a sinistra, uno sguardo decisamente convincente, la difesa si fa convincere e flotta verso l'angolo, e Travis, continuando a guardare a sinistra, dà un pallone a Ignierski che tagliava da destra, un fulmine, con la difesa tutta spostata dall'altra parte. Assist e schiacciata. Beh, io giocavo a pallacanestro, un minimo me la cavavo anche, tralaltro giocavo pure da playmaker, quindi in teoria abituato a vedere il gioco. In quel momento ero in tribuna, dietro il canestro, a guardare la partita con estrema attenzione, ciò nonostante anche io stavo guardando in quell'angolo sinistro, e quando la palla è andata dall'altra parte non ci potevo credere. E con me tutti quelli che stavano in quella tribuna. Un no-look che ha ingannato 800 persone. Roba di un altro pianeta. Un fenomeno.

Travis Diener ammirato dalla redazione Ciuff

Ad ogni modo, ecco a voi l'intervista:

1 - Sei arrivato in Italia tre anni fa. Qual è stato il tuo primo pensiero quando hai visto i palazzetti italiani, dopo tutti gli anni trascorsi in Nba?

I palazzetti italiani sono molto più piccoli rispetto a quelli americani, nella Nba tantissimi soldi sono investiti nella costruzione delle arene quindi ovviamente queste sono più grandi e nel complesso migliori.  Ciò nonostante sia in Italia che nel resto d'Europa i tifosi sono davvero appassionati di pallacanestro.

2 - Quali sono i tuoi più bei ricordi a Sassari?

Ci sono stati davvero tantissimi momenti stupendi. Abbiamo vinto tantissime partite, e tante le abbiamo risolte all'ultimo tiro allo scadere. E' davvero difficile per me selezionare un momento su tutti.  Sicuramente disputare ogni anno i playoff è qualcosa di cui vado decisamente orgoglioso. Nel complesso, la mia esperienza a Sassari è stata meravigliosa, le persone ci hanno trattato davvero benissimo, questa città e quest'isola sono speciali.

3 - Come valuti la tua stagione personale? E quella di squadra?

Abbiamo avuto una grande stagione. 22 vittorie!! Non è stato piacevole perdere ai quarti di finale contro Cantù ma abbiamo comunque disputato una grande stagione. Il record di vittorie per la Dinamo Sassari in serie A.

4 - Quest'anno hai disputato anche la coppa europea. Come consideri il livello del basket italiano a paragone con le altre leghe europee? Vedi qualche prospetto Nba in Italia?

Penso che il campionato italiano sia estremamente competitivo e lo considero uno dei migliori del mondo. Anche quello spagnolo è un campionato di altissimo livello. Ritengo che Gigi Datome potrebbe giocare nella Nba già nella prossima stagione, ha disputato una stagione eccellente ed è un giocatore formidabile.

5 - Hai giocato ad altissimo livello sia a Marquette University che nella Nba. Qual è il tuo momento preferito di quel periodo? Qual è il giocatore più forte con cui hai giocato e quale il più forte che hai sfidato?

Il momento migliore all'università di Marquette è stato raggiungere le Final Four Ncaa nel 2003. Anche essere scelto al draft Nba del 2005 è qualcosa che onestamente non dimenticherò mai. Il giocatore più forte con cui ho giocato è Dwyane Wade (proprio a Marquette), anche se ho giocato in squadra anche con Dwight Howard (ai tempi degli Orlando Magic). I più forti contro cui ho giocato sono decisamente Kobe Bryant e Lebron James, mentre il più forte che ho dovuto marcare è Chris Paul.

6 - Adesso hai il passaporto italiano. Sei disponibile per una chiamata in azzurro? Quali obiettivi pensi possa avere la nazionale italiana ai prossimi europei?

Aspetterò la convocazione. Sfortunatamente Danilo Gallinari si è infortunato al ginocchio, lui è un giocatore davvero eccellente. Onestamente non so, però, quali possano essere gli obiettivi per la nazionale azzurra.

7 - Il passaporto ti apre nuove prospettive di mercato. Ci sono possibilità di restare a Sassari?

Davvero non ho idea di dove giocherò l'anno prossimo. I contatti di solito cominciano alla fine di Giugno o anche a Luglio. C'è sempre una possibilità che io rimanga a Sassari. In questo momento ancora non lo so.

Andrea Di Vita

Annunci AdConnexa

Rispondi

Segui Ciuff.it

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers:

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: